La tabella delle calorie giornaliere per uomo e donna

0
1859

Ognuno di noi ha bisogno di assumere un certo quantitativo di calorie giornaliere, che dipendono da una serie di variabili, quali, tra le più importanti, il genere, l’altezza, il peso. Ma che cosa vuol dire precisamente? Il fabbisogno energetico di ogni persona viene definito come l’apporto di energia di origine alimentare necessario a compensare il proprio dispendio energetico, che dunque dipende anche dalla serie di attività quotidiane che si compiono.

Una delle funzioni del cibo è quella di fornire energia per il nostro organismo, energia che viene utilizzata dal nostro corpo per mantenere le funzioni vitali, come ad esempio la respirazione e il battito cardiaco, ma anche per svolgere attività quotidiane, come il lavoro, lo sport, la mobilità. Ecco perché il fabbisogno individuale dipende, come dicevamo prima, da genere, età, massa corporea, attività fisica e da condizioni particolari, come possono essere la gravidanza e l’allattamento.

La tabella delle calorie giornaliere per uomo e donna

Stabilito questo, si ricorda che la quantità minima di energia per mantenere le funzioni vitali viene definita metabolismo basale, che rappresenta un valore minimo, a partire dal quale si può calcolare il fabbisogno energetico giornaliero. Stabiliti quelli che i sono dati demografici standardizzati, si parte da un’altezza minima di 1,50 fino ad una massima di 1,70, per i cui valori è indicato anche il corrispettivo peso. È indicato generalmente l’apporto di energia, di origine alimentare, che ogni donna dovrebbe assumere quotidianamente. Stessa lettura per la tabella relativa agli uomini.

calorie-giornaliere-donna-tabelle calorie-giornaliere-uomo-tabella

Oltre che le calorie giornaliere, non dimentichiamo che l’organismo ha bisogno anche di una ben definita quantità di nutrienti per crescere e compiere le attività metaboliche necessarie. Tali valori vengono stabiliti dai LARN (Livelli di Assunzione Raccomandati di Nutrienti). Facciamo un esempio: 80 gr zucchero nutrono quanto 80 gr di proteine? La risposta è ovviamente no! Inoltre l’organismo necessità anche di una certa quantità di grassi,  hanno la loro funzione all’interno dell’organismo, quali la produzione di energia e la sua riserva, il metabolismo cellulare, la regolazione ormonale, la protezione da traumi, ecc.

Per scoprire se la nostra dieta è bilanciata, va approntata una prima valutazione di massima, che può essere calcolata con l’Indice di Massa Corporea, indicato in italiano con l’acronimo I.M.C ed in inglese con l’acronimo B.M.I (Body Mass Index).  È il metodo più utilizzato per scoprire se si è normopeso, sottopeso o obesi o più in generale se è il rapporto tra peso e altezza è bilanciato. Questa la formula per calcolare l’I.M.C:

IMC= Peso [in Kg]/(Altezza x Altezza) [in metri]

Esempio
Peso: 80Kg
Altezza: 1,80 m
IMC= 80/1,80*1,80= 24

IMC-tabella

Confronta ora i dati con la tabella in alto, che non tiene conto, però, delle variabili di cui abbiamo discusso prima, ossia genere, altezza, peso, età, attività fisiche quotidiane. Una prima valutazione, però, ci può dire se il carico energetico che introduciamo è adeguato. Ti diamo in alternativa lo strumento utilissimo realizzato dal Ministero della Salute, che calcola l’I.M.C. inserendo peso e altezza. Per utilizzarlo, clicca qui.

Ultimo suggerimento è calcolare l’adipe (che si ottiene misurando la circonferenza-vita ovvero la circonferenza corrispondente al punto che si trova a metà tra la parte superiore dell’anca e la costola inferiore): se la misura è >94 cm per gli uomini e 80 cm per le donne significa che vi è un eccesso di adipe intorno alla vita, il che è un fattore di rischio nei per ipertensione, ipercolesterolemia, diabete e malattie cardiovascolari. Infine ecco la quantità di calorie per ogni alimento, che puoi scaricare cliccando qui.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.