I cibi consigliati nella dieta anticancro di Veronesi: cosa mangiare e cosa no

0
736

C’è molta attenzione, concentratasi soprattutto negli ultimi anni, riguardo la dieta anticancro Veronesi, rivolta appunto a quella scienza alimentare per la quale prevenire questo tipo di malattia significa scegliere innanzitutto i cibi giusti da mangiare. D’altra parte non bisogna suscitare facili allarmismi, perché non si può dire che i carcinomi siano generati dal tipo di alimentazione seguita. Il dottore ha stabilito che l’insorgenza è collocabile tra il 25 e il 30%.

Seguire un regime vario ed equilibrato, vuol dire cucinare i cibi con pochi grassi sfruttando tipi di cotture diverse. Lo si dice da anni: ci sono alimenti il cui consumo, dovrebbe essere ridotto considerevolmente, stiamo parlando di salumi, insaccati e, in genere, le carni rosse. All’interno di questi alimenti, infatti, sono contenute alcune sostanze utilizzate per la loro conservazione che, ingerendole insieme alla carne, a lungo andare possono risultare molto dannose.

Nella dieta anticancro Veronesi si può mangiare la carne rossa?

Ciò non vuol dire certo che la carne rossa non deve essere più consumata: la dieta anticancro Veronesi prevede che vada semplicemente mangiata di rado a causa dell’alta percentuale di grassi saturi  in essa contenuti. All’opposto, è consigliabile il consumo di carni bianche e soprattutto di pesce, che è ricco di proteine e contiene pochi grassi. Molto importante, inoltre, ridurre anche il sale, che in dosi eccessive causa l’innalzamento della pressione arteriosa, la ritenzione idrica e problemi all’apparato cardiocircolatorio. Va limitato, in genere, il consumo di dolci ricchi di farine raffinate, zuccheri e grassi.

Attenzione, inoltre, al tipo di cottura. La piastra non è molto consigliata, perché il cibo raggiunge alte temperature: ciò vuol dire che, quando si brucia, sviluppa delle sostanze molto dannose, che si chiamano idrocarburi policiclici. Le cotture ideali sono al cartoccio o in umido, quindi quelle che ci permettono di non utilizzare sostanze grasse. I cibi fritti e quelli contenenti grassi saturi, come il burro e lo strutto, vanno assolutamente ridotti.

Due piccole curiosità: il dottor Young questa dieta che previene il cancro “alcalina” perché sarebbe in grado di modificare il ph del sangue. Ecco perché andrebbero evitati le carni, i cibi acidi e le uova, preferendo alimenti ricchi di potassio e sodio, in quanto l’eccessiva acidificazione causerebbe appunto il cancro. Inoltre non andrebbero consumati cibi e bevande bollenti: è stato scoperto che nei Paesi orientali, dove per tradizione consumano cibi caldissimi, la percentuale di casi di cancro allo stomaco e all’esofago è più alta che negli altri paesi.

Ecco i cibi da mangiare nella dieta che previene il cancro

Pomodori, broccoli, arance, zucca, cavoli, fagiolini verdi, carote, verdure a foglia verde, legumi, aglio, cipolla, piselli e peperoni, patate, cetrioli, prezzemolo, finocchi, asparagi, carciofi, funghi, ravanelli, erbe aromatiche, fragole, albicocche, lamponi, uva, melone, anguria, mirtilli, castagne, tè verde, yogurt bianco naturale, crostacei, molluschi, il pesce in generale (attenzione al che sia fresco), olio d’oliva. Ogni tanto è concesso un buon bicchiere di vino rosso.

NO COMMENTS

LEAVE A REPLY

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.